Mostra contenuti secondari Nascondi contenuti secondari

GIOVEDI 6 OTTOBRE 2016 GIORNATA DI PREGHIERA CHIESA SS. ANNUNZIATA VIA PO 45 TORINO

La Preghiera: Salva, Guarisce, Libera, Converte, Consola, Aiuta,....

Amici sofferenti e sani,  "Anno della Misericordia"

__________________________________________________________________________

Giovedì 6 Ottobre 2016

Preghiera Carismatica

e Adorazione Eucaristica al

Signore Gesù.   Ore 18,00 S. Messa

__________________________

Prossimo incontro data da stabilire

______________________________________________
Cenacolo di Preghiera e S. Messa a Torino.
Ci troviamo insieme, e invitiamo a pregare  con don Enzo,

alle ore 15,00  
nella Chiesa SS. Annunziata via Po 45 Torino.
Accoglienza, Preghiera di Intercessione Carismatica, Adorazione, Confessione, Suppliche alla Madonna, preghiera di Guarigione e Liberazione.

Offriamo a Gesù e Maria la nostra piccola preghiera per noi per i nostri fratelli sofferenti per la S. Chiesa. Siamo tutti invitati alla Preghiera e uniti alla Chiesa di Dio,  chiediamo,ringraziamo e camminiamo nel Suo Amore, per i nostri fratelli i più bisognosi e sofferenti. Uniti nella Preghiera troviamo il conforto e la consolazione insieme a Maria Immacolata e Madre di Misericordia.                                                                                    

Con Maria troviamo la Via per incontrare Gesù, nostro Dio.
 Alle ore 18,00 Santa Messa.

La nostra Gioia, Gesù.
Siamo discepoli del Signore Gesù.Il Signore ci affida una missione, un compito, Annunciare la Sua Parola, portare e fare la Carità ai nostri fratelli.

Grazie Gesù.

 La Parola di Dio, strumento di Fede e di Conversione.

L'Importanza Vitale della Preghiera

 PREGHIERE

PER UNA PERSONA CARA AMMALATA
O Signore Gesù, tu sei il medico divino che guarisce le piaghe dell'anima e quelle del corpo. Ti raccomando la cara persona di... (nome) che giace sul letto del dolore. Per i meriti del tuo Sangue, preziosissimo de-gnati di ridargli la salute. Gloria al Padre...
Signore nostro, Gesù, che sempre pietoso verso le umane miserie, sanasti ogni sorta di infermità, muovi a compassione di questa cara persona che sta soffrendo per questa malattia. Per i meriti del tuo Sangue Preziosissimo liberala da ogni male. Gloria al Padre...
Signore nostro, Gesù, tu hai detto: «Venite a me, voi tutti che siete afflitti ed io vi ristorerò», ripeti a questa cara persona le parole che ascoltano tanti malati dalla tua voce: «Alzati e cammina! » affinché per i meriti del Sangue Prezioso possa subito correre ai piedi del tuo alta-re a sciogliere il cantico di ringraziamento. Gloria al Padre...
Maria, salute degli infermi, prega per questa cara persona che non sta bene in salute. Ave Maria...
PER I NOSTRI DEFUNTI
Eterno Padre, ti offro il Sangue che Gesù, tuo Fi-glio diletto, sparse durante la dolorosa agonia nell'orto degli ulivi, per ottenere la li-berazione delle anime bene-dette del Purgatorio, 
spe-cialmente per l'anima di... (nome) L'eterno riposo...
Eterno Padre, ti offro il Sangue che Gesù, tuo Fi-glio diletto, sparse nella crudele flagellazione e co-ronazione di spine, per ot-tenere la liberazione delle anime benedette del Pur-gatorio, 
specialmente per l'anima di... (nome) L'eterno riposo...
Eterno Padre, ti offro il Sangue che Gesù, tuo Figlio diletto, 
spar-se lungo la via del Calvario, per ottenere la liberazione delle anime be-nedette del Purgatorio, specialmente per l'anima di... (nome) L'eterno riposo...
Eterno Padre, ti offro il Sangue che Gesù, tuo Figlio diletto, 
spar-se nella crocifissione e nelle ore di agonia sulla Croce, per ottenere la liberazione delle anime benedette del Purgatorio, specialmente per l'anima di... (nome) L'eterno riposo...
Eterno Padre, ti offro il Sangue che Gesù, tuo Figlio diletto, spar-se dalla ferita del suo sacratissimo Cuore, per ottenere la liberazione delle anime benedette del Purgatorio, specialmente per l'anima di... (nome) L'eterno riposo...

Adoriamo

Il Signore ci conceda Pace, protegga le nostre famiglie, sia la guida dei nostri passi, mandi lo Spirito santo ad Illuminare le nostre menti.

La Pace del Signore sia con noi.

Nella Lettera ai Romani leggiamo:

«Allo stesso modo anche lo Spirito viene in aiuto alla nostra debolezza: non sappiamo infatti come pregare in modo conveniente, ma lo Spirito stesso intercede con gemiti inesprimibili» (8,26). Noi sperimentiamo quotidianamente questa situazione: «Non sappiamo come pregare in modo conveniente». «Vogliamo pregare, ma Dio è lontano, non abbiamo le parole, il linguaggio, per parlare con Dio, neppure il pensiero. Solo possiamo aprirci, mettere il nostro tempo a disposizione di Dio, aspettare che Lui ci aiuti ad entrare nel vero dialogo». La grande novità di san Paolo è la sua consolante spiegazione che «proprio questa mancanza di parole, questa assenza di parole, eppure questo desiderio di entrare in contatto con Dio, è preghiera che lo Spirito Santo non solo capisce, ma porta, interpreta, presso Dio. Proprio questa nostra debolezza diventa, tramite lo Spirito Santo, vera preghiera, vero contatto con Dio. Lo Spirito Santo è quasi l'interprete che fa capire a noi stessi e a Dio che cosa vogliamo dire».

Certo, «nella preghiera noi sperimentiamo, più che in altre dimensioni dell'esistenza la nostra debolezza, la nostra povertà, il nostro essere creature, poiché siamo posti di fronte all'onnipotenza e alla trascendenza di Dio». La preghiera è una grande scuola che c'insegna «il senso del nostro limite». Ma Dio non ci abbandona, e ci manda lo Spirito Santo. «Per san Paolo la preghiera è soprattutto l'operare dello Spirito nella nostra umanità, per farsi carico della nostra debolezza e trasformarci da uomini legati alle realtà materiali in uomini spirituali». Nella Prima Lettera ai Corinti infatti leggiamo: «Ora, noi non abbiamo ricevuto lo spirito del mondo, ma lo Spirito di Dio per conoscere ciò che Dio ci ha donato. Di queste cose noi parliamo, con parole non suggerite dalla sapienza umana, bensì insegnate dallo Spirito, esprimendo cose spirituali in termini spirituali» (2,12-13)...........

OTTOBRE DAL 14 AL 18 MEDJUGORJE PELLEGRINAGGI CON FEDE

OTTOBRE DAL 14 AL 18 MEDJUGORJE PELLEGRINAGGI CON FEDE

                            PELLEGRINAGGIO A MEDJUGORJE

                        con il Sacerdote (se disponibile)

                         DAL 14 AL  18 OTTOBRE 2016

1° giorno

Partenza dai luoghi convenuti in serata con soste in Autogrill lungo il percorso,   cena libera. Notte in viaggio.            

2° giorno

Colazione libera in Autogrill, arrivo a Medjugorje in mattinata e sistemazione nelle camere riservate. Pensione completa in hotel. Inizio del programma di visite e religioso di preghiera con guida.                                    

3° e 4° giorno

Continuazione del programma di visite e religioso in base al calendario delle iniziative previste dalla parrocchia e alle disponibilità dei veggenti: salita sulla collina delle Apparizioni, Via Crucis sul Krizevac.  Attività delle Giornate di animazione e Incontri-Testimonianze, organizzate dal Santuario S. Giacomo. Visita alle Comunità del luogo Programma serale: S.Rosario - S.Messa Internazionale – Preghiera di Guarigione – Benedizione - Adorazione Eucaristica.

5°giorno

Colazione Saluto al Santuario e in mattinata partenza per il ritorno, soste lungo il percorso e pranzo libero. Arrivo in tarda serata ai luoghi di partenza.

 

Quota di partecipazione € 250 + 20  

(Tour Operator - Gestione Pratiche- Ass./Med./Bag.)

Acconto alla prenotazione € 150 

Saldo 20 giorni prima della partenza - Minimo 40 partecipanti

 

Documenti necessari: CARTA DI IDENTITA’ valida senza timbro di rinnovo.

 Oganizzazione Tecnica  TOUR OPERATOR 

                       www.pellegrinaggitorino.it

per informazioni Enio tel: 331 3753151

                                  

                                   tel/fax:  011 6800330

 SONO PREVISTE ALTRE DATE PELLEGRINAGGI

A MEDJUGORJE E LOURDES.........

 

 

VIENI SPIRITO FORZA DALL'ALTO

San Michele, San Gabriele, San Raffaele.

San Michele, San Gabriele, San Raffaele.

PREGHIERA di LIBERAZIONE

O Signore tu sei grande, tu sei Dio, tu sei Padre, noi ti preghiamo per l'intercessione e con l'aiuto degli arcangeli Michele, Raffaele, Gabriele, perché i nostri fratelli e sorelle siano liberati dal maligno.

Dall'angoscia, dalla tristezza, dalle ossessioni. Noi ti preghiamo, liberaci, o Signore.
Dall'odio, dalla fornicazione, dalla invidia. Noi ti preghiamo, liberaci, o Signore.
Dai pensieri di gelosia, di rabbia, di morte. Noi ti preghiamo, liberaci, o Signore.
Da ogni pensiero di suicidio e aborto. Noi ti preghiamo, liberaci, o Signore.
Da ogni forma di sessualità cattiva. Noi ti preghiamo, liberaci, o Signore.
Dalla divisione di famiglia, da ogni amicizia cattiva. Noi ti preghiamo, liberaci, o Signore.
Da ogni forma di maleficio, di fattura, di stregoneria e da qualsiasi male occulto.
Noi ti preghiamo, liberaci, o Signore.
Dalle nostre inclinazioni e da ogni male sconosciuto, noi ti preghiamo, liberaci o Signore.
Grazie signore Gesù.

Preghiamo:
O Signore che hai detto: "Vi lascio la pace, vi do' la mia pace", per l'intercessione della Vergine Maria, concedici di essere liberati da ogni maledizione e di godere sempre della tua pace. Per Cristo nostro Signore. Amen.

Gesù dice: il principe di questo mondo (satana) contro di me non può nulla.

Gesù dice: il principe di questo mondo (satana) contro di me non può nulla.

Con Gesù, con la Chiesa, siamo al sicuro.

VANGELO (Gv 14,27-31a)
Vi do la mia pace.
+ Dal Vangelo secondo Giovanni
In quel tempo, disse Gesù ai suoi discepoli:

«Vi lascio la pace, vi do la mia pace. Non come la dà il mondo, io la do a voi.
Non sia turbato il vostro cuore e non abbia timore. Avete udito che vi ho detto: "Vado e tornerò da voi". Se mi amaste, vi rallegrereste che io vado al Padre, perché il Padre è più grande di me. Ve l'ho detto ora, prima che avvenga, perché, quando avverrà, voi crediate.
Non parlerò più a lungo con voi, perché viene il prìncipe del mondo; contro di me non può nulla, ma bisogna che il mondo sappia che io amo il Padre, e come il Padre mi ha comandato, così io agisco».
Parola del Signore.

VANGELO (Mt 8,1-4)
Se vuoi, tu puoi purificarmi.
+ Dal Vangelo secondo Matteo
Quando Gesù scese dal monte, molta folla lo seguì. Ed ecco, si avvicinò un lebbroso, si prostrò davanti a lui e disse: "Signore, se vuoi, puoi purificarmi".
Tese la mano e lo toccò dicendo: "Lo voglio, sii purificato!". E subito la sua lebbra fu guarita.
Poi Gesù gli disse: "Guardati bene dal dirlo a qualcuno; va' invece a mostrarti al sacerdote e presenta l'offerta prescritta da Mosè come testimonianza per loro".
Parola del Signore.

PREGHIAMO

PREGHIAMO

Vangelo

secondo Giovanni - 1

1In principio era il Verbo,
e il Verbo era presso Dio
e il Verbo era Dio.
2Egli era, in principio, presso Dio:
3tutto è stato fatto per mezzo di lui
e senza di lui nulla è stato fatto di ciò che esiste.
4In lui era la vita
e la vita era la luce degli uomini;
5la luce splende nelle tenebre
e le tenebre non l’hanno vinta.
6Venne un uomo mandato da Dio:
il suo nome era Giovanni.
7Egli venne come testimone
per dare testimonianza alla luce,
perché tutti credessero per mezzo di lui.
8Non era lui la luce,
ma doveva dare testimonianza alla luce.
9Veniva nel mondo la luce vera,
quella che illumina ogni uomo.
10Era nel mondo
e il mondo è stato fatto per mezzo di lui;
eppure il mondo non lo ha riconosciuto.
11Venne fra i suoi,
e i suoi non lo hanno accolto.
12A quanti però lo hanno accolto
ha dato potere di diventare figli di Dio:
a quelli che credono nel suo nome,
13i quali, non da sangue
né da volere di carne
né da volere di uomo,
ma da Dio sono stati generati.
14E il Verbo si fece carne
e venne ad abitare in mezzo a noi;
e noi abbiamo contemplato la sua gloria,
gloria come del Figlio unigenito
che viene dal Padre,
pieno di grazia e di verità.
15Giovanni gli dà testimonianza e proclama:
«Era di lui che io dissi:
Colui che viene dopo di me
è avanti a me,
perché era prima di me».
16Dalla sua pienezza
noi tutti abbiamo ricevuto:
grazia su grazia.
17Perché la Legge fu data per mezzo di Mosè,
la grazia e la verità vennero per mezzo di Gesù Cristo.
18Dio, nessuno lo ha mai visto:
il Figlio unigenito, che è Dio
ed è nel seno del Padre,
è lui che lo ha rivelato.

le vostre intenzioni di preghiera

L'interessato letta l'informativa sotto riportata accetta espressamente la registrazione ed il trattamento dei propri dati che avverrà premendo il tasto 'Invia'.
Leggi l'informativa ai sensi dell'art. 13 del D.lgs 196/03

I CARISMI, I DONI DELLO SPIRITO SANTO, L'UMILTA' DI ESSERE SERVO DI DIO

I CARISMI, I DONI DELLO SPIRITO SANTO, L'UMILTA' DI ESSERE SERVO DI DIO

....................................“E a ciascuno è data una manifestazione particolare dello Spirito per l’utilità comune:
a uno viene concesso dallo Spirito il linguaggio della sapienza; a un altro, invece, per mezzo dello stesso Spirito, il linguaggio della scienza;
a uno la fede per mezzo dello stesso Spirito;
a un altro il dono di far guarigioni per mezzo dell’unico Spirito; a uno il potere dei miracoli;
a un altro il dono della profezia; a un altro il dono di distinguere gli spiriti;
a un altro le varietà delle lingue; a un altro infine l’interpretazione delle lingue.
“(1 Cor 12,7-l1).

I carismi in senso stretto, come dice San Paolo, non vengono dati per l’utilità personale, ma per l’utilità comune.
Sono definiti “gratiae gratis datae”, grazie date del tutto gratuitamente e indipendentemente dalla santità personale.
Per questo i carismi in senso stretto possono essere elargiti anche ad un peccatore e perfino ad un pagano, come avvenne per Balaam, che predisse il sorgere di una stella per la nascita del Messia (Nm 24,17) e addirittura per la sua asina che profetò (Nm 22,28-33; Pt 2,16).
Proprio perché vengono dati indipendentemente dalla santità personale non sono oggetto di merito. Ad esempio: uno può pregare per ottenere un miracolo, ma non può meritarlo.
Si afferma inoltre che non sono soggetto di merito: questo significa che profetando o compiendo un miracolo, uno non compie un atto meritorio, perché nel compiere il prodigio è più passivo che attivo.
Per questo per la perfezione e santificazione personale vale immensamente di più il più piccolo atto di carità che il compimento del più grande miracolo.
Infine i carismi in senso stretto sono del tutto a vantaggio della comunità. Per questo “il giudizio sulla loro genuinità e retto uso spetta all’Autorità Ecclesiastica, alla quale spetta soprattutto di non estinguere lo Spirito, ma di esaminare tutto e ritenere ciò che è buono (1 Ts 5,12, e 19-21)” (LG 12).

 

Santa Pasqua del Signore Gesù, a tutti.

Santa Pasqua del Signore Gesù, a tutti.

Insieme a Gesù ritroviamo la Vita!
Insieme.., all'Amore di Gesù per noi.
Insieme a Gesù, risorgiamo con Lui.
E' Gesù, che fà risorgere le nostre vite.
Chiediamo a Gesù, di aiutarci a Risorgere con Lui.
Con Gesù risorgiamo dalla morte.
CANTO AL VANGELO (cf. 1Cor 5,7-8)
Alleluia, alleluia.
Cristo, nostra Pasqua, è stato immolato:
facciamo festa nel Signore.
Alleluia.
VANGELO (Gv 20,1-9)
Egli doveva risuscitare dai morti.
 Dal Vangelo secondo Giovanni
Il primo giorno della settimana, Maria di Màgdala si recò al sepolcro di mattino, quando era ancora buio, e vide che la pietra era stata tolta dal sepolcro.
Corse allora e andò da Simon Pietro e dall'altro discepolo, quello che Gesù amava, e disse loro: «Hanno portato via il Signore dal sepolcro e non sappiamo dove l'hanno posto!».
Pietro allora uscì insieme all'altro discepolo e si recarono al sepolcro. Correvano insieme tutti e due, ma l'altro discepolo corse più veloce di Pietro e giunse per primo al sepolcro. Si chinò, vide i teli posati là, ma non entrò.
Giunse intanto anche Simon Pietro, che lo seguiva, ed entrò nel sepolcro e osservò i teli posati là, e il sudario - che era stato sul suo capo - non posato là con i teli, ma avvolto in un luogo a parte.
Allora entrò anche l'altro discepolo, che era giunto per primo al sepolcro, e vide e credette. Infatti non avevano ancora compreso la Scrittura, che cioè egli doveva risorgere dai morti.
Parola del Signore

Angelus Domini... Soave Canto preghiera

PREGHIERA DI INTERCESSIONE E S. MESSA

PREGHIERA DI INTERCESSIONE E S. MESSA

 
PREGHIERA DI INTERCESSIONE E PENITENZA.

 

LA PACE DEL CUORE E DELLO SPIRITO.
UN CAMMINO, UNA BATTAGLIA PER RAGGIUNGERE IL TRAGUARDO DELLA VITTORIA CHE SOLO DIO CI DONA.

Il Carisma della Preghiera di Intercessione.

Una Grazia un Dono che ci offre il Signore Dio, attraverso la Preghiera otteniamo Grazie su Grazie, Guarigioni e Liberazioni, Conversioni e Amore al Signore Gesù. Con Maria Santissima potentissima Mediatrice di Grazie, Consolatrice e Aiuto dei Cristiani, incontriamo Dio, Amiamo Dio, Adoriamo Dio, Ringraziamo Dio per tutto l'Amore che Lui ci Dona.
Il nostro impegno, la preghiera, la supplica, l'Adorazione, il cammino di Fede, la vita con i Sacramenti, secondo le Leggi del Signore. Il vivere in armonia con la Santa Chiesa, seguire i Suoi insegnamenti e per ottenere: Miracoli e Guarigioni del corpo e dello spirito, secondo la Sua Santa volontà, che Dio, solo Lui conosce.
Un mistero, per noi piccoli uomini.
La lebbra del peccato, la malattia spirituale e fisica, scompare quando, Dio ne ha compassione, ed è cosa buona, secondo i Suoi imperscrutabili disegni di Amore per noi, suoi figli.
Grazie Gesù.

 

 _____________________________________________

OGNI 1°  GIOVEDI DEL MESE  (con possibili variazioni)

OGNI 3° VENERDI DEL MESE  (con possibili variazioni)

E IN ALTRE GIORNATE IN OCCASIONI DI FESTE RICORRENZE E FESTIVITA' DELLA CHIESA CATTOLICA

INIZIO DELL' INCONTRO DI PREGHIERA ORE 15

CHIESA SS. ANNUNZIATA VIA PO 45 TORINO

"CAPPELLA DELL' ADDOLORATA"

SANTO ROSARIO MEDITATO

CORONCINA DELLA DIVINA MISERICORDIA

LA PAROLA DI DIO -  LETTURA BRANI BIBLICI

PREGHIERE E SUPPLICHE D' INTERCESSIONE 

PER I SOFFERENTI NEL CORPO E NELLO SPIRITO

ADORAZIONE EUCARISTICA

SACRAMENTO DELLA CONFESSIONE

CANTI E LODI

SANTA MESSA ORE 18

---------------------------------------------

 

 AL SANTUARIO DELLA CONSOLATA  

INVITIAMO TUTTI  E PARTECIPIAMO 

INCONTRI QUINDICINALI 

CORONCINA DELLA DIVINA MISERICORDIA

BELLISSIMA PREGHIERA DI INTERCESSIONE SANTO ROSARIO

 

 ALLE ORE 15 GRUPPO DI PREGHIERA  PADRE PIO

NELLA  "CAPPELLA DELLE GRAZIE" DEL SANTUARIO

 

- Stampa