Mostra contenuti secondari Nascondi contenuti secondari

Un Padre Ave e Gloria per tutti i visitatori del sito. Amen Alleluia

SANTO SPIRITO VIENI

SANTO SPIRITO VIENI

Preghiera allo Spirito Santo

 

 

O Spirito Santo,

Amore del Padre e del Figlio,

Luce feconda del Cielo e della Terra,

Ispira sempre ed ovunque

le nostre azioni

ed accompagnale con il Tuo Aiuto,

affinché ogni nostro parlare ed agire

abbia sempre da Te il suo inizio

ed in Te il suo compimento.

Illumina il nostro pensare,

il nostro dire, il nostro scrivere,

perché ogni cosa si compia

secondo il Tuo Santo Volere.

Amen

(Gloria Patri ... )

 

O mio Gesù,

ripongo in Te la mia fiducia,

perché tutto avvenga,

come Tu ci hai insegnato,

secondo la Santa Volontà del Padre,

per la santificazione della mia anima

e sempre, solo ed unicamente,

per la Gloria della Santissima Trinità.

Amen

 

Dalla lettera di san Paolo apostolo ai Colossesi

Dalla lettera di san Paolo apostolo ai Colossesi

 LETTURA (Col 1,12-20)
Ci ha trasferiti nel regno del Figlio del suo amore.
Dalla lettera di san Paolo apostolo ai Colossesi
Fratelli, ringraziate con gioia il Padre che vi ha resi capaci di partecipare alla sorte dei santi nella luce.
È lui che ci ha liberati dal potere delle tenebre e ci ha trasferiti nel regno del Figlio del suo amore, per mezzo del quale abbiamo la redenzione, il perdono dei peccati.
Egli è immagine del Dio invisibile, primogenito di tutta la creazione, perché in lui furono create tutte le cose nei cieli e sulla terra, quelle visibili e quelle invisibili: Troni, Dominazioni, Principati e Potenze. 
Tutte le cose sono state create per mezzo di lui e in vista di lui. Egli è prima di tutte le cose e tutte in lui sussistono.
Egli è anche il capo del corpo, della Chiesa. Egli è principio, primogenito di quelli che risorgono dai morti, perché sia lui ad avere il primato su tutte le cose. È piaciuto infatti a Dio che abiti in lui tutta la pienezza e che per mezzo di lui e in vista di lui siano riconciliate tutte le cose, avendo pacificato con il sangue della sua croce sia le cose che stanno sulla terra, sia quelle che stanno nei cieli.
Parola di Dio.

 (cf. Mc 11,10)
Alleluia, alleluia.
Benedetto colui che viene nel nome del Signore!
Benedetto il Regno che viene, del nostro padre Davide!
Alleluia.

PREGHIERA CHIESA SS. ANNUNZIATA VIA PO,45 TORINO

PREGHIERA CHIESA SS. ANNUNZIATA VIA PO,45 TORINO

PARROCCHIA  SS. ANNUNZIATA VIA PO, 45  TORINO

OGNI GIOVEDI ADORAZIONE EUCARISTICA H: 9,00 - 11,00

 

OFFRIAMO LA NOSTRA UMILE PREGHIERA

AL SIGNORE DIO CHIEDIAMO CHE

CI  CONCEDA LA SUA MISERICORDIA  

IN QUESTO ANNO SPECIALE

PREGHIERA E DIGIUNO PER LA PACE 1 GIORNO AL MESE

 

 

___________________________________________

- OGNI MESE IL 1°  GIOVEDI    (e in altre occasioni)

Adorazione Eucaristica. La Potenza di Dio con noi.
Perdono, Consolazione, Guarigione dell'Anima, Liberazione, Guarigione, Amore. Momenti di preghiera, emozioni dell'anima, presenza e ascolto di Dio Padre. La Chiesa accoglie i fedeli in preghiera e attraverso i suoi Ministri ci dona la Presenza Viva del SS. Sacramento Dio Eucarestia.

http://www.annunziata.to.it/

 

ALLE ORE 15,00 GIORNATA DI PREGHIERA  

ADORAZIONE EUCARISTICA          

E SANTA MESSA (ORE 18,00)

ACCOGLIENZA DEI FRATELLI  E ASCOLTO ATTRAVERSO    

IL SACRAMENTO DELLA CONFESSIONE

UNITI A MARIA SANTISSIMA CI INCONTRIAMO

A PREGARE E ADORARE IL SIGNORE GESù

PREGHIAMO PER I SOFFERENTI NEL CORPO E NELLO SPIRITO

ATTRAVERSO LA PREGHIERA E PER L'INTERCESSIONE DELLA MADONNA MADRE DI MISERICORDIA, CHIEDIAMO AL SIGNORE GESù LA GUARIGIONE,    LA LIBERAZIONE, LA CONSOLAZIONE E LA SALVEZZA DELLE ANIME SOFFERENTI.

Incontro di Preghiera

- Santuario della Consolata  il Lunedì ogni 15 giorni alle 15,00 -

Per info: Enio tel. 331 3753151

 

HO VOLUTO FIDARMI DI DIO......

HO VOLUTO FIDARMI DI DIO......

HO SCELTO IL SIGNORE.

UNA SCELTA LIBERA, CHE VIENE DAL PROFONDO DEL CUORE.

UNA SCELTA CONSAPEVOLE DELLA SUA PRESENZA (VIVA) NELLA MIA VITA.

HO SCELTO  LIBERAMENTE FIDARMI DI DIO.

HO LASCIATO LIBERO IL MIO SPIRITO CHE MI PORTASSE A LUI,                    

NON HO POSTO RESISTENZA

E HO SCELTO IL SIGNORE GESU'.

GRAZIE SIGNORE CHE MI LIBERI OGNI VOLTA, MI PERDONI,

MI GUARISCI SEMPRE, CHE MI DONI LA VITA PER SEMPRE.

MA SE ANCHE DENTRO DI ME VIVE GESù...DA SEMPRE, VOGLIO RINGRAZIARE LA MADONNA PERCHE' MI HA AIUTATO A COMPRENDERE IN MANIERA TOTALE L'AMORE E LA MISERICORDIA CHE DIO HA PER ME.

HO SCELTO DI AMARE LA CHIESA DI DIO, I SUOI SACERDOTI, IL PAPA,

I VESCOVI, I CONSACRATI, I MISSIONARI, I VOLONTARI.

COME UN BAMBINO CHE NON PUò STARE SENZA MAMMA E PAPA'

COME UN UOMO CHE NON PUO' RESPIRARE SENZA DIO.

CERTO CHE DIO GUIDA I MIEI PASSI,

SONO CERTISSIMO CHE                                                          

SENZA DIO SAREI  SMARRITO  E SENZA META, NIENTE.

GRAZIE SIGNORE GESù, DI TUTTO, VERAMENTE TUTTO.

GRAZIE CHIESA DI DIO, GRAZIE MARIA MAMMA.

DON BEPPINO CO' "INTERVISTA"

SPIRITO SANTO, SANTO E' IL TUO NOME

SANTO STEFANO PRIMO MARTIRE CRISTIANO

SANTO STEFANO PRIMO MARTIRE CRISTIANO

PRIMA LETTURA 

( At 6,8-10.12;  7,54-60)
Ecco, vedo i cieli aperti.
Dagli Atti degli Apostoli
In quei giorni, Stefano, pieno di grazia e di potenza, faceva grandi prodigi e segni tra il popolo. Allora alcuni della sinagoga detta dei Liberti, dei Cirenei, degli Alessandrini e di quelli della Cilìcia e dell'Asia, si alzarono a discutere con Stefano, ma non riuscivano a resistere alla sapienza e allo Spirito con cui egli parlava. E così sollevarono il popolo, gli anziani e gli scribi, gli piombarono addosso, lo catturarono e lo condussero davanti al Sinedrio.
Tutti quelli che sedevano nel Sinedrio, [udendo le sue parole,] erano furibondi in cuor loro e digrignavano i denti contro Stefano. Ma egli, pieno di Spirito Santo, fissando il cielo, vide la gloria di Dio e Gesù che stava alla destra di Dio e disse: «Ecco, contemplo i cieli aperti e il Figlio dell'uomo che sta alla destra di Dio».
Allora, gridando a gran voce, si turarono gli orecchi e si scagliarono tutti insieme contro di lui, lo trascinarono fuori della città e si misero a lapidarlo. E i testimoni deposero i loro mantelli ai piedi di un giovane, chiamato Saulo. E lapidavano Stefano, che pregava e diceva: «Signore Gesù, accogli il mio spirito». Poi piegò le ginocchia e gridò a gran voce: «Signore, non imputare loro questo peccato». Detto questo, morì.
Parola di Dio.

Salmo 33

Salmo 33

Salmo 33

 



[1] Esultate, o giusti, nel Signore;
per gli uomini retti è bella la lode.

[2] Lodate il Signore con la cetra,
con l'arpa a dieci corde a lui cantate.

[3] Cantate al Signore un canto nuovo,
con arte suonate la cetra e acclamate,

[4] perché retta è la parola del Signore
e fedele ogni sua opera.

[5] Egli ama la giustizia e il diritto;
dell'amore del Signore è piena la terra.

[6] Dalla parola del Signore furono fatti i cieli,
dal soffio della sua bocca ogni loro schiera.

[7] Come in un otre raccoglie le acque del mare,
chiude in riserve gli abissi.

[8] Tema il Signore tutta la terra,
tremino davanti a lui gli abitanti del mondo,

[9] perché egli parlò e tutto fu creato,
comandò e tutto fu compiuto.

[10] Il Signore annulla i disegni delle nazioni,
rende vani i progetti dei popoli.

[11] Ma il disegno del Signore sussiste per sempre,
i progetti del suo cuore per tutte le generazioni.

[12] Beata la nazione che ha il Signore come Dio,
il popolo che egli ha scelto come sua eredità.

[13] Il Signore guarda dal cielo:
egli vede tutti gli uomini;

[14] dal trono dove siede
scruta tutti gli abitanti della terra,

[15] lui, che di ognuno ha plasmato il cuore
e ne comprende tutte le opere.

[16] Il re non si salva per un grande esercito
né un prode scampa per il suo grande vigore.

[17] Un'illusione è il cavallo per la vittoria,
e neppure un grande esercito può dare salvezza.

[18] Ecco, l'occhio del Signore è su chi lo teme,
su chi spera nel suo amore,

[19] per liberarlo dalla morte
e nutrirlo in tempo di fame.

[20] L'anima nostra attende il Signore:
egli è nostro aiuto e nostro scudo.

[21] È in lui che gioisce il nostro cuore,
nel suo santo nome noi confidiamo.

[22] Su di noi sia il tuo amore, Signore,
come da te noi speriamo.


La Vita è un pellegrinaggio. Francesco , Vescovo di Roma.



 

Il Papa commuove i pellegrini "Non lasciatevi rubare la speranza"

 

 

La telefonata di Bergoglio: carissimi amici, buonasera!

 

di Chiara Sentimenti

 
Pellegrinaggio Macerata-Loreto
 
L'evento

Macerata, 9 maggio 2013 - «CARISSIMI giovani amici buonasera. So che siete tanti allo stadio di Macerata, decine di migliaia, arrivati da ogni parte dell’Italia e anche dall’estero. Vi saluto uno ad uno e, in particolare saluto il cardinale Marc Oullet che tra poco celebrerà la santa messa, colgo l’occasione per fargli gli auguri per il suo compleanno». Le parole, quelle parole familiari, quel buonasera con cui aveva salutato i fedeli accorsi a Roma nel giorno del suo insediamento, Papa Francesco le ha volute riservare anche ai tantissimi pellegrini che, ieri sera, hanno affollato lo stadio Helvia Recina, per la 35esima edizione del pellegrinaggio Macerata-Loreto. Una telefonata attesa da giorni e che, in pochissimi minuti, ha scaldato i cuori di tutti.«So che camminerete tutta la notte— ha detto ancora il Papa— per 28 chilometri, recitando il rosario, cantando insieme, guidati. E’ bello perché questo rappresenta il paradigma della vita, tutta la vita è un pellegrinaggio. Lasciatevi guidare da Gesù, è necessario che la fede diventi un’esperienza presente. Quando ci incontriamo, quando incontriamo il Signore egli ci sorprende, il Signore si può chiamare il Signore delle sorprese. Siate aperti alle sorprese di Dio, anche questa di stanotte è una sorpresa, come spiegare altrimenti che da 300 che eravate nel 1978, siete diventati 90mila lo scorso anno».

UNA SORPRESA che arriva a 20 anni dall’altra storica visita, quella di Papa Giovanni Paolo II, arrivato a Macerata il 19 giugno 1993. La memoria di quella sera, tenutasi eccezionalmente al centro fiere di Villa Potenza per la numerosissima presenza di fedeli, è ancora viva tra quanti ebbero la fortuna di assistervi personalmente. Ora a questo ricordo si aggiunge quello di ieri sera, dove il Papa ha anche invitato i giovani a non farsi rubare la speranza. «Quando vi sentirete stanchi e vi verrà la tentazione di andare per conto vostro, ripetete il vostro sì — ha concluso Papa Francesco—. Andate avanti con speranza, carissimi giovani e, per favore, non lasciatevi rubare la speranza. E’ il Signore che ve la dà». Prima di salutare i fedeli, il Pontefice ha chiesto di ricordarsi di lui nella notte di marcia.«Pregate per me— ha detto—, passate una buonanotte e fate gli auguri al cardinale Oullet. Un abbraccio a tutti».

 

FESTA DELL'ESALTAZIONE DELLA CROCE 14 SETTEMBRE 2015 TORINO

FESTA DELL'ESALTAZIONE DELLA CROCE 14 SETTEMBRE 2015 TORINO

IN PREGHIERA

PROCESSIONE DI QUATTRO  CORTEI  NELLE VIE DI TORINO CENTRO

CHE FORMANO LA SANTA CROCE NELLA PIAZZA SAN CARLO

 

Francesco e Benedetto

Francesco e Benedetto

Con la preghiera si ottengono Miracoli.

Con la preghiera si ottengono Miracoli.

11 Febbraio anniversario apparizione della Madonna Immacolata Concezione di Lourdes

11 Febbraio anniversario apparizione della Madonna Immacolata Concezione di Lourdes

Cosa vuole Gesù da noi

Cosa vuole Gesù da noi

Cosa vuole Gesù da noi.

 

PRIMA LETTURA (1Gv 2,3-11)

Chi ama suo fratello rimane nella luce.

Dalla prima lettera di san Giovanni apostolo

Figlioli miei, da questo sappiamo di avere conosciuto Gesù: se osserviamo i suoi comandamenti. Chi dice: «Lo conosco», e non osserva i suoi comandamenti, è bugiardo e in lui non c'è la verità. Chi invece osserva la sua parola, in lui l'amore di Dio è veramente perfetto. Da questo conosciamo di essere in lui. Chi dice di rimanere in lui, deve anch'egli comportarsi come lui si è comportato.

Carissimi, non vi scrivo un nuovo comandamento, ma un comandamento antico, che avete ricevuto da principio. Il comandamento antico è la Parola che avete udito. Eppure vi scrivo un comandamento nuovo, e ciò è vero in lui e in voi, perché le tenebre stanno diradandosi e già appare la luce vera.

Chi dice di essere nella luce e odia suo fratello, è ancora nelle tenebre. Chi ama suo fratello, rimane nella luce e non vi è in lui occasione di inciampo. Ma chi odia suo fratello, è nelle tenebre, cammina nelle tenebre e non sa dove va, perché le tenebre hanno accecato i suoi occhi.

Parola di Dio.

INCONTRI DI PREGHIERA CARISMATICA A TORINO

INCONTRI DI PREGHIERA CARISMATICA A TORINO

PASTORALE SOCIALE, APOSTOLATO,PORTARE LA PAROLA DI DIO AI FRATELLI, ACCOMPAGNARE  ALLA PREGHIERA, SOCCORSO AI SOFFERENTI E BISOGNOSI NEL CORPO E NELLO SPIRITO. OCCASIONI DI PREGHIERA CON LA CHIESA,PER LA CHIESA, PER LA SANTITA' DEI SACERDOTI, LA CONFESSIONE, LA SANTA MESSA ...UN CAMMINO DI GRAZIA NELLA FEDE CRISTIANA.

salmo 59

PELLEGRINAGGI A MEDJUGORJE E LOURDES

PELLEGRINAGGI DA TORINO

IL VANGELO

IL VANGELO
Rinunciare al Peccato (la morte spirituale) scegliere Dio.
PRIMA LETTURA (Gal 5,18-25)
Quelli che sono di Cristo Gesù hanno crocifisso la carne con le sue passioni.
Dalla lettera di san Paolo apostolo ai Galati
Fratelli, se vi lasciate guidare dallo Spirito, non siete sotto la Legge.
Del resto sono ben note le opere della carne: fornicazione, impurità, dissolutezza, idolatria, stregonerie, inimicizie, discordia, gelosia, dissensi, divisioni, fazioni, invidie, ubriachezze, orge e cose del genere. Riguardo a queste cose vi preavviso, come già ho detto: chi le compie non erediterà il regno di Dio.
Il frutto dello Spirito invece è amore, gioia, pace, magnanimità, benevolenza, bontà, fedeltà, mitezza, dominio di sé; contro queste cose non c'è Legge.
Quelli che sono di Cristo Gesù hanno crocifisso la carne con le sue passioni e i suoi desideri. Perciò se viviamo dello Spirito, camminiamo anche secondo lo Spirito.
Parola di Dio
Con l'aiuto di Maria Santissima l'uomo può farcela a superare ogni ostacolo.
 
 

Preghiera Carismatica Guarigione e Liberazione

Preghiera Carismatica Guarigione e Liberazione

Salmo 32 (33)

Esultate, giusti, nel Signore; 
ai retti si addice la lode. 
Lodate il Signore con la cetra, 
con l'arpa a dieci corde a lui cantate. 
Cantate al Signore un canto nuovo,
suonate la cetra con arte e acclamate.

Poiché retta è la parola del Signore 
e fedele ogni sua opera. 
Egli ama il diritto e la giustizia, 
della sua grazia è piena la terra.
Dalla parola del Signore furono fatti i cieli,
dal soffio della sua bocca ogni loro schiera.
Come in un otre raccoglie le acque del mare,
chiude in riserve gli abissi. 

Tema il Signore tutta la terra, 
tremino davanti a lui gli abitanti del mondo, 
perché egli parla e tutto è fatto,
comanda e tutto esiste. 
Il Signore annulla i disegni delle nazioni, 
rende vani i progetti dei popoli.
Ma il piano del Signore sussiste per sempre,
i pensieri del suo cuore per tutte le generazioni.

Beata la nazione il cui Dio è il Signore,
il popolo che si è scelto come erede. 
Il Signore guarda dal cielo, 
egli vede tutti gli uomini.
Dal luogo della sua dimora 
scruta tutti gli abitanti della terra, 
lui che, solo, ha plasmato il loro cuore 
e comprende tutte le loro opere.

Il re non si salva per un forte esercito
né il prode per il suo grande vigore. 
Il cavallo non giova per la vittoria, 
con tutta la sua forza non potrà salvare. 
Ecco, l'occhio del Signore veglia su chi lo teme, 
su chi spera nella sua grazia,
per liberarlo dalla morte 
e nutrirlo in tempo di fame. 

L'anima nostra attende il Signore, 
egli è nostro aiuto e nostro scudo.
In lui gioisce il nostro cuore 
e confidiamo nel suo santo nome. 
Signore, sia su di noi la tua grazia, 
perché in te speriamo.
 

  Al Signore Gesù 

O Gesù Salvatore, Signore mio e Dio mio, mio Dio e mio tutto, che con il sacrificio della Croce ci hai redenti e hai sconfitto il potere di satana, ti prego di liberarmi da ogni presenza malefica e da ogni influenza del maligno.

Te lo chiedo nel tuo Santo Nome, te lo chiedo per le tue Sante Piaghe, te lo chiedo per la tua Croce, te lo chiedo per l'intercessione di Maria, Immacolata e Addolorata.

Il sangue e l'acqua che scaturirono dal tuo costato scendano su di me per purificarmi, liberarmi e guarirmi. Amen!

A San Michele Arcangelo 

San Michele Arcangelo, difendici nella battaglia; contro le malvagità e le insidie del diavolo sii nostro aiuto.

Ti preghiamo supplici: che il Signore lo comandi! E tu, principe delle milizie celesti, con la potenza che ti viene da Dio, ricaccia nell'inferno satana e gli altri spiriti maligni che si aggirano per il mondo a perdizione delle anime. Amen!SIMBOLO APOSTOLICO

Io credo in Dio, Padre onnipotente,
creatore del cielo e della terra;
e in Gesù Cristo,
Suo unico Figlio, nostro Signore,
il quale fu concepito di Spirito Santo,
nacque da Maria Vergine,
patì sotto Ponzio Pilato,
fu crocifisso, morì e fu sepolto;
discese agli inferi;
il terzo giorno risuscitò da morte;
salì al cielo,
siede alla destra di Dio Padre Onnipotente;
di là verrà a giudicare i vivi e i morti.
Credo nello Spirito Santo,
la santa Chiesa cattolica,
la comunione dei Santi,
la remissione dei peccati, 
la risurrezione della carne,
la vita eterna.

AMEN.

--------------------------------------------------------------------------------

 

 

 

ATTO DI DOLORE

Mio Dio, 
mi pento e mi dolgo 
con tutto il cuore dei miei peccati,
perché peccando ho meritato i Tuoi castighi
e molto più perché ho offeso Te,
infinitamente buono
e degno di essere amato sopra ogni cosa.
Propongo col Tuo santo aiuto
di non offenderTi mai più
e di fuggire le occasioni prossime del peccato.

Signore, Misericordia, perdonami.

  Preghiera di Liberazione 

O Signore tu sei grande, tu sei Dio, tu sei Padre, noi ti preghiamo per 

l'intercessione e con l'aiuto degli arcangeli Michele, Gabriele, Raffaele,

affinchè i nostri fratelli e sorelle siano liberati dal maligno che li ha resi schiavi.

O Santi tutti venite in nostro aiuto.

                Dall'angoscia, dalla tristezza, dalle ossessioni.

Noi ti preghiamo. Liberaci o Signore!

Dall'odio, dalla fornicazione, dall'invidia.

  Noi ti preghiamo. Liberaci o Signore!  

Dai pensieri di gelosia, di rabbia, di morte.

Noi ti preghiamo. Liberaci o Signore!

Da ogni pensiero di suicidio e aborto.

Noi ti preghiamo. Liberaci o Signore!

Da ogni forma di sessualità cattiva.

Noi ti preghiamo. Liberaci o Signore!

Dalla divisione di famiglia, da ogni amicizia cattiva.

Noi ti preghiamo. Liberaci o Signore!

Da ogni forma di malefizio, di fattura, di stregoneria e da

qualsiasi male occulto. Noi ti preghiamo. Liberaci o Signore!

O Signore che hai detto:"Vi lascio la pace, vi do la mia pace",

per l'intercessione della Vergine Maria,

concedici di essere liberati da ogni maledizione

e di godere sempre della tua pace.

Per Cristo nostro Signore. Amen.

 

 

 

ADORAZIONE EUCARISTICA, SANTO ROSARIO, SANTA MESSA, LETTURA DELLA BIBBIA, CONFESSIONE MENSILE, SACRAMENTI, OBBEDIENZA AI COMANDAMENTI, CAMMINO CRISTIANO E OSSERVANZA DEL MAGISTERO DELLA CHIESA........

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

                    

A Maria Santissima:

O Maria Immacolata, rinnovo nelle tue mani, le promesse del mio Battesimo.
Rinunzio per sempre a Satana, padre di menzogna, accusatore dei figli di Dio,
nemico della nostra gioia. Rinunzio ai suoi inganni, alle sue seduzioni e alle sue opere
e mi consegno interamente a Gesù, segno vivo dell'amore di Dio per me.
E per essere più fedele a Lui io oggi scelgo Te, o Maria Immacolata,
per mia Madre e Signora. A Te, come un figlio, io abbandono e consacro la mia vita,
la mia famiglia, la mia parrocchia. O Maria, disponi sempre di me secondo il Tuo Cuore
e nell'ultimo giorno accoglimi tra le tue braccia. Presentami a Gesù, dicendo di me :
"Questo è mio figlio!". Allora esulterà l'anima mia inizierà il mio Paradiso
e sarà un magnificat a Dio con Te, o Maria,        Madre mia Immacolata.
Amen.

 

 

 

 

 

RINUNCE BATTESIMALI

Nel nome Santo di Gesù in virtù del mio battesimo io… (nome) rinuncio a Satana, a tutte le sue opere, inganni, suggestioni e seduzioni, divisioni, distruzioni, vendette, comandi, e progetti sulla mia persona, la vita, la salute; gli affetti, le amicizie, il matrimonio e la procreazione, la famiglia, sugli studi e sugli esami, sul lavoro; sulla fede e la preghiera e CREDO in GESU’ CRISTO, MIO UNICO SIGNORE E SALVATORE, SAPIENZA INCARNATA, Amen.

…rinuncio in virtù del mio battesimo a tutti gli spiriti di comunicazione satanica attraverso la mente e la medianità (attraverso il pensiero, lo sguardo, l’udito, la parola, la memoria, la spina dorsale, i gesti, atteggiamenti e i comportamenti, attraverso la televisione, i mass media, la pranoterapia e tutte le discipline orientali: zen, yoga……rinuncio in virtù del mio battesimo a tutti i comandi satanici, diretti o indiretti.…rinuncio in virtù del mio battesimo a tutti i legami volontari e involontari consapevoli o inconsapevoli con le sette e congregazioni sataniche, in specie con le sette nere.…rinuncio in virtù del mio battesimo ad ogni legame medianico, occulto, mentale ipnotico e telepatico con maghi o altri emissari.…rinuncio in virtù del mio battesimo ad ogni consacrazione, battesimo e matrimonio (satanico) generazionale.…rinuncio in virtù del mio battesimo a tutte le messe nere e sette nere; a tutte le offerte, consacrazioni o battesimi satanici; a tutti i matrimoni satanici con mago (nome)- Satana e mi riconsegno e riconsacro allo Spirito Santo (ripetere 3 volte).

…rinuncio in virtù del mio battesimo a tutti i sacrilegi, oltraggi e profanazione contro Gesù Cristo, Maria, i Santi e i defunti compiuti contro di me.

MALATTIE…rinuncio in virtù del mio battesimo a Lucifero spirito di malattia mentale, psichica e fisica (di perdita della memoria, oscuramento dell’intelligenza, incapacità di decisione, spirito di pazzia, di demenza, di violenza, di omicidio, di suicidio e morte).

…rinuncio in virtù del mio battesimo ai legami occulti sulla mia salute (sulla mia testa e il cervello, sulla nuca; sullo stomaco e sugli organi riproduttivi: sesso, utero e ovaie); rinuncio a tutti i riti magici, compiuti e ripetuti contro di me; rinuncio a tutti i demoni (Satana, Lucifero e Dan) chiamati con questi legami, riti e maledizioni ora e per sempre.

 …rinuncio in virtù del mio battesimo allo spirito dell’alcool, di nicotina e di droga.

Preghiera di Liberazione:

Signore, Dio onnipotente e misericordioso, Padre, Figlio e Spirito Santo, espelli da me ogni influsso diabolico di qualsiasi spirito maligno.
O Dio, nel nome di Gesù Cristo ti chiedo di spezzare ogni legame occulto e maligno che il diavolo abbia su di me.
Versa su di me il preziosissimo Sangue di tuo Figlio Gesù.
Fa che il suo Sangue immacolato e redentore rompa ogni legame sul mio corpo e sulla mia mente.
O Santissima Vergine Maria Immacolata, o San Michele arcangelo, mi consacro totalmente a voi, intercedete per me e venite presto in mio aiuto.
Nel nome di Gesù Cristo mio unico Dio e Signore ordino a ogni demonio che possa avere alcuna influenza su di me di lasciarmi immediatamente e per sempre.
Per la flagellazione, la corona di spine, la croce, il sangue e la resurrezione di Gesù Cristo, per il Dio vero, per il Dio santo, per il Dio che può tutto, ordino ad ogni demonio e anima dannata che possa avere influenza su di me e nella mia casa di allontanarsi per sempre nel nome di Gesù Cristo, mio unico Signore e Salvatore.

 

 

 

 

 

 

ROSARIO DI GUARIGIONE E LIBERAZIONE

 

 

O Dio vieni a salvarci

Signore vieni presto in nostro aiuto

Gloria al Padre

Invocazione: Signore io credo ma aumenta la mia fede

 

1° Mistero: Gesù inizia la sua missione di salvezza

 

Dopo che Giovanni fu arrestato, Gesù si recò nella Galilea predicando il Vangelo di Dio e disse: Il tempo è compiuto e il regno di Dio è vicino. Convertitevi e credete al Vangelo (Mc 1,14-15)

 

Padre Nostro

10 Ave Maria

Gloria al Padre

Invocazione: Signore io credo ma aumenta la mia fede

 

2° Mistero: Gesù scaccia Satana dalla sinagoga

 

Andarono a Cafarnao ed entrando proprio di sabato nella sinagoga Gesù si mise ad insegnare. Ed erano stupiti dal suo insegnamento perchè insegnava loro come uno che ha autorità e non come gli scribi. Allora un uomo che era nella sinagoga, posseduto da uno spirito immondo, si mise a gridare: "Che c'entri con noi Gesù Nazareno? Sei venuto a rovinarci? Io so chi sei, il Santo di Dio". E Gesù lo sgridò: " Taci esci da quell'uomo". E lo spirito immondo, straziandolo e gridando forte, uscì da lui. (Mc 1,21-28)Padre Nostro

10 Ave Maria

Gloria al Padre

Invocazione: Signore io credo ma aumenta la mia fede

 

3° Mistero: Gesù guarisce la suocera di Pietro

 

E usciti dalla sinagoga si recarono subito a casa di Pietro e di Andrea, in compagnia di Giacomo e Giovanni. La suocera di Simon Pietro era a letto con la febbre e subito gli parlarono di lei.

Egli, accostatosi, la sollevò prendendola per mano: la febbre la lasciò ed essa si mise a servirli (Mc 1,29-31)

 

Padre Nostro

10 Ave Maria

Gloria al Padre

Invocazione: Signore io credo ma aumenta la mia fede

 

 

 

4° Mistero: Gesù guarisce i malati e scaccia molti demoni

 

Venuta la sera dopo il tramonto del sole gli portarono tutti i malati e gli indemoniati: tutta la città era riunita davanti alla porta. Guarì molti che erano afflitti da varie malattie e scacciò molti demoni, ma non permetteva ai demoni di parlare perchè lo conoscevano         (Mc 1, 32-34)

 

Padre Nostro

10 Ave Maria

Gloria al Padre

Invocazione: Signore io credo ma aumenta la mia fede

 

5° Mistero: Gesù predica ovunque nelle sinagoghe della Galilea e scaccia i demoni

 

Al mattino si alzò quando era ancora buio e uscito di casa, si ritirò in un luogo deserto a pregare. Ma Simone e quelli che erano con lui si misero sulle sue tracce e, trovatolo, gli dissero " Tutti ti cercano". Ed egli disse loro :" Andiamocene altrove per i villaggi vicini perchè io predichi anche là : per questo sono venuto". E andò per tutta la Galilea predicando nelle sinagoghe e scacciando i demoni                 ( Mc 1, 35-39)

 

Padre Nostro

10 Ave Maria

Gloria al Padre

Invocazione: Signore io credo ma aumenta la mia fede

 

 

 

 Salve, Regina,

 Mater misericordiae,

vita, dulcedo, et spes nostra, salve.

Ad te clamamus, exsules filii Evae,

ad te suspiramus, gementes et flentes

in hac lacrimarum valle.

Eia ergo, advocata nostra, illos tuos

misericordes oculos ad nos converte.

Et Iesum, benedictum fructum ventris tui,

nobis, post hoc exilium, ostende.

O clemens, O pia, O dulcis Virgo Maria.

 

 

SALMO 59

SALMO 59

Salmi - Capitolo 59  

Contro gli empi

[1]Al maestro del coro. Su «Non distruggere». Di Davide.
Quando Saul mandò uomini a sorvegliare la casa e ad ucciderlo.

[2]Liberami dai nemici, mio Dio,
proteggimi dagli aggressori.
[3]Liberami da chi fa il male,
salvami da chi sparge sangue.
[4]Ecco, insidiano la mia vita,
contro di me si avventano i potenti.
Signore, non c'è colpa in me, non c'è peccato;
[5]senza mia colpa accorrono e si appostano.

Svègliati, vienimi incontro e guarda.
[6]Tu, Signore, Dio degli eserciti, Dio d'Israele,
lèvati a punire tutte le genti;
non avere pietà dei traditori.

[7]Ritornano a sera e ringhiano come cani,
si aggirano per la città.
[8]Ecco, vomitano ingiurie,
le loro labbra sono spade.
Dicono: «Chi ci ascolta?».
[9]Ma tu, Signore, ti ridi di loro,
ti burli di tutte le genti.
[10]A te, mia forza, io mi rivolgo:
sei tu, o Dio, la mia difesa.
[11]La grazia del mio Dio mi viene in aiuto,
Dio mi farà sfidare i miei nemici.

[12]Non ucciderli, perché il mio popolo non dimentichi,
disperdili con la tua potenza e abbattili,
Signore, nostro scudo.
[13]Peccato è la parola delle loro labbra,
cadano nel laccio del loro orgoglio
per le bestemmie e le menzogne che pronunziano.

[14]Annientali nella tua ira,
annientali e più non siano;
e sappiano che Dio domina in Giacobbe,
fino ai confini della terra.
[15]Ritornano a sera e ringhiano come cani,
per la città si aggirano
[16]vagando in cerca di cibo;
latrano, se non possono saziarsi.
[17]Ma io canterò la tua potenza,
al mattino esalterò la tua grazia
perché sei stato mia difesa,
mio rifugio nel giorno del pericolo.
[18]O mia forza, a te voglio cantare,
poiché tu sei, o Dio, la mia difesa,
tu, o mio Dio, sei la mia misericordia.

 

Il Santo Volto

Il Santo Volto

Cos'è la Sindone   

 

 

 

Il Duomo di Torino

 

 

 

 

 

 

La Sindone è un lenzuolo di lino tessuto a spina di pesce delle dimensioni di circa m. 4,41 x 1,13, contenente la doppia immagine accostata per il capo del cadavere di un uomo morto in seguito ad una serie di torture culminate con la crocefissione.

 

L'immagine è contornata da due linee nere strinate e da una serie di lacune: sono i danni dovuti all'incendio avvenuto a Chambéry nel 1532.

 

Secondo la tradizione si tratta del Lenzuolo citato nei Vangeli che servì per avvolgere il corpo di Gesù nel sepolcro.

Questa tradizione, anche se ha trovato numerosi riscontri dalle indagini scientifiche sul Lenzuolo, non può ancora dirsi definitivamente provata. 

 

Certamente invece la Sindone, per le caratteristiche della sua impronta, rappresenta un rimando diretto e immediato che aiuta a comprendere e meditare la drammatica realtà della Passione di Gesù. Per questo il Papa l’ha definita “specchio del Vangelo”